Dichiarazione di Madrid

 

1. Valore delle PMI in un’economia di mercato

Con il loro numero, il loro dinamismo, la loro eterogeneità, le PMI rappresentano un contributo decisivo alla crescita e all’occupazione in tutta l’economia di mercato. Vere imprese civiche, esse partecipano alla vita democratica ed allo sviluppo locale e regionale.
Come partner delle PMI, le Società di Garanzia mutualistica chiedono che le rappresentanze delle PMI e dei loro interessi specifici siano prese in considerazione a ogni livello decisionale, nazionale o internazionale.

2. Profilo delle Società di Garanzia mutualistica

In questo momento di globalizzazione dei flussi di scambio e d’investimento, mentre un’ondata di fusioni sommerge numerosi settori, le Società di Garanzia mutualistica intendono conservare una dimensione umana che le metta in contatto diretto con i loro partner privilegiati, le PMI.
Le Società di garanzia mutualistica chiedono che i comportamenti corretti e i valori etici possano prevalere in un’economia che si fa sempre più bipolare; che si autorizzino dei meccanismi di correzione, inclusi degli aiuti di Stato adattati e ponderati, laddove i grandi raggruppamenti si avvantaggiano di naturali benefici di scala.
Esse riaffermano la forza dell’idea mutualista, fatta di cooperazione e di assunzione di responsabilità.
Si propongono come anello di congiunzione posizionato in modo culturalmente e geograficamente strategico per portare le esigenze delle imprese all’attenzione degli ambienti pubblici e finanziari, onde convogliare fondi e misure di sostegno verso i progetti d’investimento delle PMI.
Esse incoraggiano lo scambio di esperienze e buone pratiche per creare e promuovere strumenti di garanzia presso le economie che ne sono sprovviste, in particolare nei paesi in fase di transizione.

3. Relazioni con le PMI

Le Società di Garanzia mutualistica si pongono al servizio delle PMI senza porsi il profitto come fine ultimo.
Grazie alla forza della loro garanzia, esse intendono facilitare l’accesso a crediti di qualità per la sostenibilità dei loro tassi, condizioni e programmi di rimborso.
Esse si impegnano a sostenere progetti economicamente validi, particolarmente a favore di imprese che affrontano momenti chiave del loro ciclo: nascita, espansione, internazionalizzazione o acquisizione.
Le Società di Garanzia mutualistica articolano il loro sostegno nello scambio reciproco di informazioni veritiere e affidabili, nella valorizzazione delle caratteristiche qualitative in quanto elementi di un’assunzione ragionata del rischio e anche tramite l’accompagnamento e la consulenza.
Esse riconoscono che le PMI, soggette a numerosi rischi, possono affrontare dei momenti difficili e si impegnano a mantenere il loro sostegno di garanzia fintanto che ci sia fiducia nella loro validità.

4. Relazioni con i partner finanziari

Le Società di Garanzia mutualistica si faranno carico di condividere il rischio di credito su basi contrattuali chiare e trasparenti con i datori di credito.
Esse si impegnano a dichiarare la loro effettiva solvibilità e a gestire i loro impegni e la loro liquidità in modo da poter affrontare in ogni momento le responsabilità assunte in quanto garanti.
Esse chiedono inoltre che le norme internazionali di regolamentazione bancaria mantengano la loro definizione di garanzia a un livello tale da permettere ai prestatori di adottare delle vere politiche del rischio e di limitare i fondi propri che sostengono i loro portafogli di credito alle PMI.

5. Relazioni con le autorità regionali, nazionali ed europee

Le Società di Garanzia mutualistica riconoscono che il polo pubblico è indispensabile alla loro attività per la regolamentazione delle funzioni e del controllo, oltre che per le politiche di sostegno alle co- e contro-garanzie.
Dal canto loro, le Società di Garanzia mutualistica porteranno tutto il loro peso nella realizzazione di politiche di promozione delle PMI.
Parimenti, a livello europeo, le Società di Garanzia mutualistica intendono essere considerate dei partner solidi e affidabili per la realizzazione degli obiettivi delle politiche d’impresa, del mercato unico, dello sviluppo regionale e dell’allargamento dell’Unione.